loader image

Tempo di lettura 3 minuti

Il consumatore è sempre più attento alla sostenibilità del processo produttivo, preferendo prodotti e servizi che siano frutto di scelte etiche: dalle materie prime al processo di produzione, all’imballaggio. Il problema del climate change è sempre più sentito. La green reputation oggi non è appannaggio solo delle grandi aziende ma tocca da vicino anche il piccolo e medio imprenditore: scopri cosa facciamo in Spherica guardando il nostro video.

Perché dovresti iniziare a comunicare green?

Adottare una strategia di comunicazione green coerente con i tuoi valori e la tua mission aziendale può diventare oggi un vantaggio competitivo, differenziarti dai competitors e farti preferire in un mercato sempre più affollato. Lottare contro problematiche come il surriscaldamento globale, l’inquinamento e lo sfruttamento incondizionato delle risorse naturali è un’esigenza sempre più sentita: i consumatori attribuiscono alle aziende un ruolo fondamentale nella risoluzione dei problemi ambientali.

Fare scelte di marketing sostenibili diventa, quindi, uno strumento efficacissimo di business, come confermato durante l’incontro organizzato dalla International Advertising Association (IAA) con Rosie Blau, editor in chief di “The Economist – 1843 Magazine” riguardo alle tendenze del 2020 per la comunicazione aziendale.

In generale il 2020 sarà l’anno in cui sempre più centrale per le aziende sarà il concetto di purpose, ovvero la capacità da parte dei brand di costruire e condividere con tutto il loro pubblico di riferimento un tessuto di valori comuni sui quali ritrovarsi, che va ben oltre la bontà dei prodotti e servizi che esse commercializzano, ma si concentra anche su come li produce. Con la novità che i consumatori stanno diventando sempre più istruiti, attenti ed esigenti in materia.

L’ecologia come boost per il tuo business.

Secondo un recente studio Ipsos il 77% della popolazione ritiene che le imprese non stiano facendo abbastanza per la sostenibilità e «il 68% dei cittadini italiani dichiara di essere disposto a pagare di più per un prodotto o servizio proveniente da un’azienda che attua politiche ambientali serie e rigorose; l’83% la consiglierebbe a chi è in cerca di lavoro, un ulteriore 83% sarebbe pronto ad affidarle i suoi risparmi o di investirvi del denaro e addirittura il 90% la sceglierebbe come fornitura di prodotti e servizi».

10 best practices green che puoi adottare in azienda.

Indipendentemente dal settore, ogni piccola e media impresa può alleggerire il peso della propria impronta ecologica. Forse alcune di questi consigli li stai già mettendo in pratica.

  • sostituire le bottigliette con erogatori d’acqua depurata e borracce,
  • eliminare i bicchieri di plastica, sostituendoli con ceramica, vetro o carta compostabile,
  • utilizzare carta riciclata e ridurre le stampe,
  • limitare l’utilizzo della carta passando a strumenti digitali (agende digitali, tablet…),
  • mettere il computer in stand by quando non è in uso,
  • ridurre gli spostamenti (adottare pratiche di smart working, fare conferenze a distanza…),
  • assicurarsi che tutti facciano la raccolta differenziata correttamente,
  • limitare la dispersione termica nelle infrastrutture,
  • scegliere illuminazione a led per tutte le area dell’azienda,
  • installare pannelli fotovoltaici o scegliere fornitori di energia rinnovabile.

Vuoi sapere come possiamo aiutarti a comunicare il tuo spirito green?

Compila il form qui sotto per essere ricontattato.

    Stai già effettuando iniziative green?

    Come possiamo confrontarci?